Cart 0

L’albero delle idee

Creazioni ecosolidali da esporre al museo: è un matrimonio dei nostri tempi, buono e giusto. E le opere di carta – sculture, disegni, installazioni – lo dimostrano. È un’arte più aderente alla cultura asiatica, ma negli ultimi dieci anni ha conquistato spazio e pubblico anche da noi, spesso con il favore di aziende e consorzi produttori di imballaggi. “C’è un mondo di creature anche nella più piccola porzione di materia”, diceva il filosofo del Settecento…

Continue reading

Chiantishire color zafferano

Sulla Strada Statale 222, detta anche Chiantigiana, stavamo andando a visitare Villa Le Barone, torre nel Medioevo, divenuta villa nel Rinascimento, luogo di villeggiatura dei Della Robbia, che dopo la prima guerra mondiale la trasformarono in vera e propria fattoria, producendo vino ed olio di oliva (oggi è un albergo con tutti i comfort in un’atmosfera d’altri tempi). Nel percorso tra Firenze e Siena, in un susseguirsi di poderi agricoli e bivi che, invitanti, conducono…

Continue reading

Un suino dai ‘nobili lombi’

Perché le sue carni possano esprimersi al meglio esige spazi bradi o almeno semibradi dove poter grufolare indisturbato inoltrandosi nella macchia boschiva a caccia delle predilette ghiande di roverella, ma essendo di vorace appetito sa adattarsi perfettamente a ciò che trova senza bisogno di perdersi in cavilli essendo ghiotto anche di castagne, pinoli e dei rovi del sottobosco.

Continue reading

Esprimiun desiderio Romito

Il 10 agosto, San Lorenzo, la notte tutti guardano verso il cielo in attesa di una stella cadente, pronti con un desiderio in pugno da lanciare verso l’alto. Ho sentito dire che si avverano solo quelli per cui si è pronti a battersi, a non risparmiarsi. Un po’ come in questa storia. Esco per andare a bere una birra al bar di un amico. Arrivo da lui, stanco morto. Lo saluto e mi dice: «devo…

Continue reading

Suoni salgono verso il firmamento

La grandiosa Abbazia di San Galgano, che sorge nelle campagne boscose a sud di Siena, rapisce per l’imponenza e la raffinatezza delle forme (è una fra le poche abbazie gotico cistercensi in Italia) e perché è scoperchiata, vale a dire senza più il tetto che riparava il suo imponente interno a croce latina. Se a questo poi aggiungiamo che fu eretta in onore del cavaliere chiusdinese Galgano che, dopo una giovinezza avventata e violenta, fu… Continue reading

Domani. Agosto

Mari azzurri, scogli, fondali pescosi. Spiagge di sabbia fina, si tocca per centinaia di metri al largo. Il mondo si divide tra chi ama il mare forte, di scogliera e chi cerca la tranquillizzante spiaggia. Mi interrogo su chi possa frequentare questo luogo che ho fotografato a Genova, prima di arrivare a Boccadasse. Una grande prua di cemento tra i flutti, gli ombrelloni a righe arancioni, due piscinotte semipiene. Non manca il distributore di benzina?!?!

Continue reading

I campi del Chianti si tingono di viola

È il tempo giusto per vederla e per raccoglierla. Le api lo sanno. Il miele che ricavano dalla lavanda è il più pregiato e loro suggono polline facendo del bene anche al fiore: quelli visitati dalle api producono il 20 per cento in più di essenza. Quando hanno concluso, si allontano in gruppo segnalando ai coltivatori che è tempo di raccolta. È uno spettacolo che la natura offre ogni anno: pittorici campi di lavanda e…

Continue reading

L’Allegoria di una vittoria

La raffigurazione di un trionfo e di una gloria. Entrambi celebrano e osannano la figura di Cosimo I de’ Medici, colui che con la forza delle armi e della strategia sconfisse ogni rivale assestandosi al vertice di un potere destinato ad avere una lunga fortuna in Toscana. E l’eco di queste numerose vittorie andava lasciato a imperitura memoria. Cosimo incaricò Giorgio Vasari, il suo pittore di corte, certo più valente nelle vesti di architetto e…

Continue reading

Benvenuti nel Paese dei bugiardi

C’era una volta il Paese dei bugiardi. Una comunità variopinta che le sparava grosse senza, però, mentire per davvero. Si limitava a raccontare storie fantastiche, romanzate, adattate al luogo e il momento, attualizzate, addomesticate e che un pò facessero sorridere per contrastare i tempi bui: c’erano state due guerre, l’elettricità era un lusso, gli incontri si facevano intorno al fuoco, che essiccava castagne risposte a mezz’aria, in un luogo angusto e buio – appunto –…

Continue reading

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi