Breve storia personale… e riflessioni su olio e cibo

del 21 aprile 2014 di Cinquesensi

shutterstock 80017048 300x297 Breve storia personale... e riflessioni su olio e ciboLuciano Scarselli, socio AS.C.O.E., ci fornisce alcune indicazioni sull’olio Extravergine di oliva e alcuni abbinamenti per EXTRApasta

L’olio di oliva, o meglio l’olio da olive, per evitare confusione, quello ottenuto dalla semplice spremitura delle olive, ha indiscutibilmente segnato tutta la mia vita.
Dai ricordi di ragazzino quando la nonna paterna china a raccogliere le olive si scaldava le mani al caldano di terracotta, alle merende fatte di grandi fette di pane casereccio cosparse di zucchero e olio fino ai primi assaggi di campioni di olio quando ero ancora studente universitario e le notti passate al frantoio per controllare la frangitura delle olive raccolte nella chiudenda del piccolo podere che mio padre, malato di nostalgia “contadina”, aveva acquistato a Boschi di Lari. Dopo la laurea in chimica organica trovai impiego a Lucca, presso il Laboratorio di Igiene e Profilassi, come Assistente Analista. Mi fu affidato il settore del controllo degli alimenti. A Lucca, per la presenza di importanti realtà di commercializzazione e di imbottigliamento dell’olio da olive, divenne fondamentale, per me, approfondire al massimo la conoscenza della produzione e del controllo qualità dell’olio.
continua a leggere »

Share

Extrafemminile

del 19 aprile 2014 di Cinquesensi

shutterstock 131398685 300x228 ExtrafemminileLuciana Squadrilli, socia dell’Associazione Pandolea, ci ha fornito interessanti abbinamenti per EXTRApasta

Come giornalista professionista specializzata in gastronomia e itinerari gastronomici e turistici, collaboro con diverse testate cartacee e web nazionali e internazionali tra cui Identità Golose, Via dei Gourmet, Olive Oil Times. All’attività giornalistica affianco quella di critico gastronomico – per le guide Identità Golose, I Cento di Roma – e di consulente di comunicazione per diverse realtà italiane. Lungo il mio percorso professionale sono rimasta affascinata dall’Extravergine, dalle sue mille sfumature, dalla passione a volte ostinata dei suoi produttori, dalla bellezza del paesaggio olivicolo. E da Pandolea, l’Associazione delle Donne dell’Olio di cui faccio parte, condividendone i fini di sensibilizzazione e educazione alimentare soprattutto verso i più giovani.

continua a leggere »

Share

La gioia dell’olio

del 18 aprile 2014 di Cinquesensi

sk ingredienti.24495331 200x300 La gioia dellolioPiero Palanti, che ci ha fornito alcuni abbinamenti per le ricette di EXTRApasta, ci parla di se.

Genitore, consumatore e “Assaggiatore”, in quest’ordine preciso. Mio padre mi ha trasmesso il desiderio di conoscere, che nel tempo però si è trasformato in voglia di grandezza, possesso, insoddisfazione; ho assaggiato la vita, le amicizie, me stesso con una errata prospettiva. Con l’età, poi, questo desiderio si è trasformato in critica costruttiva, voglia di qualità, eterna ricerca del colore e del sapore delle cose: sana curiosità, con la paternità, poi, le responsabilità aumentano.
È meglio una fragola dolce e profumata che ti lascia il gusto in bocca per 15 minuti che una ciotola di rosse, belle, odorose e grosse fragole che sanno di patata.
continua a leggere »

Share

C’è pasta e pasta

del 17 aprile 2014 di Cinquesensi
L’introduzione dell’editore a EXTRApasta
cover EXTRApasta 222x300 Cè pasta e pastaQuesto secondo volume della collana di ricette che considera l’ingrediente olio Extravergine di oliva uno dei protagonisti principali della cucina Mediterranea conferma, per la varietà di interpretazioni e di proposte, la nostra convinzione che l’olio Extravergine abbia la dignità di un ingrediente piuttosto che di un semplice condimento o di un aggiustatore di ‘sughetti’. Abbiamo chiesto nuovamente alle “cuoche della rete”, a coloro cioè che quotidianamente sperimentano, provando e riprovando, nuove ricette, di misurarsi nel matrimonio “pasta+olio Extravergine” – come dire con la portata regina della nostra tavola – proponendoci l’olio non solo come condimento finale del piatto ma anche come interprete fondamentale nell’impasto, nei ripieni e poi, più tradizionalmente, nei sughi.
continua a leggere »
Share