Carrello 0
Il banchetto del Medeghino (Andrea Vitali, Giancarlo Vitali)

Il banchetto del Medeghino

AUTORE: Andrea Vitali, Giancarlo Vitali

La vena narrativa di Andrea Vitali prestata a un lungo racconto di impianto storico romanzato che rievoca la figura potente e sinistra di Gian Giacomo Medici, detto il Medeghino, feroce condottiero, fratello di Papa Pio IV.

18,00  15,30 

14° titolo della collana iVitali

Dalla rispettosa amicizia tra il pittore di Bellano e lo scrittore di Bellano, nonché tra il medico e il paziente, nasce una preziosa collana di libri risultato di un confronto e di uno stimolo reciproco.

Presentazione dell’Editore: La Collana iVitali

Contributo di Gianfranco Colombo: Il buono, la brutta e il cattivo

Gian Giacomo Medici, detto il Medeghino (1495-1555) è senza alcun dubbio un personaggio da romanzo. Seppe imporre il suo dominio tra Lecco e Musso, applicando alla lettera la teoria del terrore. Fece questo con sistematica scelleratezza, perché lui, il Medeghino, oltre ad essere audace e sfrontato, era soprattutto “bastardo dentro”. Gli episodi della sua malvagità non si contano e su tutti i commenti alla sua figura è interessante quello di Erycius Puteanus, che in un elogio del Medeghino scrive: “Ad alcuni non bastava affermare che non era grande, se non affermavano anche che era malvagio, come se potessero distruggerne più facilmente la gloria se ne avessero condannato i costumi”. Insomma, anche chi lo elogiava, non poteva fare a meno di accennare alla sua malvagità, che era tutt’altro che presunta.

Contributo di Leonardo Castellucci: Una Dedica all’antico per il Banchetto dei Vitali

Ma in questo bel racconto, che rievoca la dispotica personalità di Gian Giacomo Medici, conte di Lecco e Marchese di Musso, uno fra i più arditi e spietati Signori del Rinascimento lombardo, Andrea Vitali, non si limita a mettere insieme una narrazione riferita a passati stilistici temporalmente diversi ma, attorno a figure e contesti storici reali o comunque credibili, costruisce anche una drammaturgia ‘retrò’, giocata sulle azioni e sui moti dell’animo, in cui i personaggi sembrano riferirsi agli stilemi della Commedia Classica: il duce cattivo e assetato di potere, il signorotto onesto e gabbato dal primo, il frate buono, tanti personaggi di contorno, afflitti dalla quotidiana urgenza di mettere insieme il pranzo con la cena, una lei protagonista negativa, causa il suo ripugnante aspetto, un consigliere traditore.

Acquista eBook

– – –
DICONO DI NOI
GIORNALE DI LECCO: L’estate finisce, ma gli eventi proseguono
TG2 Eat Parade: guarda la puntata del 25.09.15 (al minuto ‘6)
CORRIERE.IT: Andrea Vitali a #CasaCorriere: «Gli agoni e i missoltini: ecco i re della tavola del Lago di Como»  (video)
LA PROVINCIA: Sempre di corsa ma puntuale con i miei lettori
IL CITTADINO DI LODI: Il mito di Gian Giacomo Medici, apogeo di un “cattivo glorioso”
TUTTO MILANO: Il conte di Lecco: parole e immagini
LIBERO: I Vitali “Vi racconto un tiranno in stile Brancaleone”
LA PROVINCIA DI LECCO: Ritratto del conte Medeghino

Peso 0.295 kg
Dimensioni 24 x 16.5 x 0.8 cm
uscita

aprile 2015

ISBN

978-88-97202-69-1

confezione

brossura

pagine

104

Illustrazioni

Giancarlo Vitali

collana

collana iVitali

eBook

disponibile